Possedere e gestire un hotel risulta essere sicuramente un’attività totalizzante e, in un certo senso, dispendiosa sotto svariati punti di vista. Aggiornare regolarmente le camere rispetto le ultime tendenze costituisce un valore aggiunto significativo e una cura del cliente particolarmente apprezzata e memorabile. In inglese viene definito “soft furnishing” quell’attività di restyling di un ambiente per mezzo di tende, coperture di mobili e altri piccoli dettagli. Viene definitiva soft poiché permette di ottenere un locale completamente rinnovato, senza bisogno di alterare mobilio e disposizione interna.

In che cosa consiste

Si tratta di un’attività estremamente vantaggiosa dal punto di vista economico e delle tempistiche tramite la quale rinfrescare il look di una stanza di pregio in una modalità unica, funzionale,  confortevole ed esteticamente accattivante. Che si tratti di una ridefinizione di stile o di un drastico cambiamento, i tessuti costituiscono una soluzione fresca e innovativa capace di donare un’atmosfera moderna e confortevole. I complementi che si prestano a tale rinnovamento sono i più svariati, dalla testata del letto, a poltrone, divani, cuscini, tende, copriletti, tappezzeria e carta da parati. Non esistono stanze in cui non sia possibile operare in questa direzione.  

Alcuni consigli pratici 

Suggerimento di primaria importanza, ancor prima di procedere con l’operatività, è avere chiara in mente una visione globale dell’identità che si vuole dare all’arredamento e il rispetto di alcuni accorgimenti per creare un ambiente che abbia una sua personalità, ma che non ecceda in proporzioni e cromie. Principio fondamentale da tenere in considerazione è la necessità di garantire un livello di comfort che soddisfi le esigenze di coloro che vi pernotteranno. Ad esempio, la scelta dei tendaggi risulta cruciale in tal senso poiché dovrà garantire un alto livello di protezione dai raggi solari, isolamento termico, garanzia di privacy e, al tempo stesso, creare un ambiente piacevole. Ulteriore valutazione da fare al fine di ponderare correttamente la scelta riguarda l’analisi delle caratteristiche tecniche dei tessuti utilizzati, tra cui peso, spessore, resistenza a usura e semplicità di manutenzione puntuale. 

Attualmente sono disponibili vaste gamme di tessuti adatti a tale categoria di restyling, ciascuna coerente e applicabile ad ogni esigenza, capaci di dar vita a stili d’arredo minimal, moderni, eclettici o rustici. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *